• Homepage
  • Homepage
  • Homepage
  • Homepage

Nel cuore di Venezia
dove arte, cultura e sacralità si fondono insieme

La Scuola Grande di san Rocco è una Confraternita di laici fondata nel 1478. La profonda venerazione popolare nei confronti di san Rocco, la cui reliquia era già in possesso della Confraternita sin dal 1485, contribuì alla sua forte crescita fino a divenire la più ricca Scuola della città.

Fu allora che si decise di edificare la nuova imponente sede monumentale chiamando poi il Tintoretto a dipingervi il suo più famoso ciclo pittorico con episodi del Vecchio e del Nuovo Testamento. Essa è l’unica delle antiche Scuole Grandi ad essere sopravvissuta alla caduta della Repubblica.

È un luogo eccezionale dove oltre 60 dipinti sono conservati nella loro collocazione originaria in un edificio che dalla sua costruzione non ha quasi subito modifiche.

Oggi il sodalizio è ancora attivo e persegue ancora gli antichi compiti caritativi, oltre a curare il suo notevolissimo patrimonio artistico.

News

Informazioni

Attenzione!

sabato 23 giugno la Scuola sarà aperta al pubblico con il seguente orario 9.30-17.00 (chiusura biglietteria ore 16.30).

Orari e ingressi

  • Scuola Grande 09:30 – 17:30. La biglietteria chiude alle 17:00. Chiusura Capodanno e Natale.
  • Chiesa 09:30 – 17:30. A Capodanno, Pasqua e Natale 9:30 – 12:30.
  • L’offerta per l’ingresso è considerata oblazione destinata al restauro e alla conservazione del patrimonio artistico della Scuola e della Chiesa, nonché alle attività varie di beneficenza. Pagamento in contanti, bancomat o con carta di credito.
    Leggi di più
  • Come raggiungerci

Focus

Con il contributo di Save Venice Inc., la Scuola Grande di San Rocco sta riportando tre grandi tele della chiesa, dipinte da Tintoretto, nel posto dov’erano state sistemate fin dal XVI secolo. Tutto questo dopo aver provveduto ad una loro accurata manutenzione.
Il primo di questi dipinti è la Cattura di San Rocco (2,50×7,20 m.).Questa grande tela di Jacopo Tintoretto, appena restaurata, si trova ora sulla parete destra della chiesa, sopra l’altro suo famoso quadro La probatica Piscina. Com’è noto nella chiesa Tintoretto ha illustrato gli episodi più rilevanti della vita di San Rocco.
Il dipinto mostra sul lato sinistro il santo imprigionato a Montpellier, mentre sullo sfondo si svolge una feroce battaglia a cui il pellegrino San Rocco non ha partecipato. Scambiato per una spia, sta per essere portato in carcere, dove morirà cinque anni più tardi (1327). Vista da vicino dopo il restauro, questa tela ci mostra con grande evidenza la sua alta qualità e la sua grande bellezza.
Si sa però che questa tela non si trova al posto suo. Per cui dopo il restauro il dipinto sarà appeso sopra il San Rocco in carcere nella parete sinistra del presbiterio. Saranno così avvicinati i due episodi finali della sua vita così come erano messi fino alla prima parte del secolo scorso. Anche altre due tele saranno spostate dopo il restauro e sistemate nei posti assegnati loro fin dai tempi di Tintoretto.

Benefattori

Jaeger_logo